domenica, 3 Marzo 2024
HomeAttualitàCastelnovo Monti, nuovi laboratori per il Nelson Mandela

Castelnovo Monti, nuovi laboratori per il Nelson Mandela

La preside Monica Giovanelli: "Dobbiamo rimboccarci le maniche per sfruttare la prossimità e la collaborazione con il mondo produttivo"

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Sono stati inaugurati ieri, a Castelnovo Monti, i laboratori dell’istituto tecnico professionale Nelson Mandela per gli indirizzi agrario e alberghiero. Questo grazie a un primo finanziamento Pon Edugreen di 350mila euro assegnato alla scuola nel giugno 2023 e ad un secondo Pon laboratori green e sostenibilità di 200mila euro assegnato all’Istituto il 23 luglio scorso.

I due finanziamenti avevano il vincolo di spesa con un tempo limitatissimo: entro metà ottobre andavano terminati tutti gli acquisti.

Racconta la dirigente scolastica Monica Giovanelli: “Con l’estate di mezzo, le aziende chiuse, il personale in ferie, è stata una corsa ad ostacoli, ma ce l’abbiamo fatta. Grazie alla segreteria, ai docenti e ai tecnici che ci hanno creduto. E questo è un ulteriore motivo per raccontare come l’Appennino sia un luogo privilegiato, in cui la dimensione delle relazioni, dell’ingaggio delle persone, del senso di comunità e di appartenenza e la voglia di essere all’altezza nelle sfide del futuro, è forte. Abbiamo tuttavia la consapevolezza che dobbiamo stare al passo, raccogliere le sfide e approfittare della vicinanza con i migliori distretti produttivi al mondo per coglierne la modernità, l’innovazione, la creatività. Non possiamo dare niente per scontato e dobbiamo rimboccarci le maniche per sfruttare la prossimità e la collaborazione con il mondo produttivo. Molti di noi considerano infatti vivere, studiare e lavorare qui impagabile per la qualità della vita e per la posizione”.

In effetti l’istituto è a due passi dai più sviluppati distretti produttivi: il distretto dell’agroalimentare, all’industria, alla meccatronica, alla meccanica, al comprensorio delle ceramiche, tutto a un’ora d’auto tra Parma, Reggio e Modena. La Nelson Mandela è in un posto in cui, grazie al lavoro del Parco nazionale e alla certificazione Mab e Unesco, il turismo si sta sviluppando.

Continua la Giovanelli: “Cogliamo l’occasione del rinnovamento dei laboratori agrari e alberghieri per raccontare un processo d’innovazione didattica che, dalla didattica tradizionale trasmissiva, si sposta gradualmente verso una maggior partecipazione degli studenti. La didattica esperienziale non significa solo calpestare laboratori, ma sviluppare in autonomia processi e percorsi formativi dei quali l’insegnante è il regista. Significa essere protagonisti del proprio apprendimento rimodulando tempi e spazi e riappropriandosi di quell’entusiasmo che sembra un po’ scemato nelle nuove generazioni”.

Reggiolo, anziana truffata e derubata

REGGIOLO (Reggio Emilia) – Un’anziana è stata derubata dei monili d’oro da due truffatori....

Montecchio, tifosi insultano arbitro: chiusa la gradinata

MONTECCHIO (Reggio Emilia) – “Sabato, per la sfida contro il Cittadella, la gradinata Sud,...

Il Comune aggiorna il Biciplan: in arrivo 9 nuove piste

REGGIO EMILIA – Un salto di qualità per la viabilità ciclabile di Reggio Emilia,...

Processo appalti in Comune, ecco le richieste di pena

REGGIO EMILIA – Santo Gnoni, ex capo dei Servizi legali di Reggio Emilia oggi...