sabato, 15 Giugno 2024
HomeEconomiaLegacoop, cambio al vertice: Montroni dopo Monti

Legacoop, cambio al vertice: Montroni dopo Monti

Dopo 10 anni nuova guida affidata all'imolese già sindaco e deputato

BOLOGNA – Il congresso di Legacoop Emilia-Romagna, che si terrà il prossimo 16 febbraio 2023 a Bologna, sarà l’ultimo vissuto da presidente per Giovanni Monti che lascia dopo quasi dieci anni la guida dell’associazione. A conclusione di una serie di incontri che hanno coinvolto cooperative, associazioni di settore e Legacoop territoriali è emersa una candidatura da sottoporre all’approvazione della direzione regionale che verrà eletta dal congresso, quella dell’imolese Daniele Montroni.

Nato nel 1961, Montroni entra in Manutencoop nel 1991 e ha intrecciato l’attività lavorativa con l’impegno politico e amministrativo: nel 1995 viene eletto sindaco di Mordano, dal 1999 al 2009 è assessore nel Comune di Imola e nel 2013 viene eletto deputato. Dopo l’esperienza parlamentare, nel 2018 rientra in cooperazione e attualmente fa parte della struttura di Legacoop Emilia-Romagna per la quale si occupa di relazioni istituzionali.

“Sono stati dieci anni entusiasmanti e molto sfidanti- ricorda Monti- ci siamo trovati a dovere affrontare le conseguenze della crisi finanziaria alla quale ha fatto seguito le enormi difficoltà provocate dal Covid. Ora siamo alle prese con una guerra devastante, quella scatenata dalla Russia contro l’Ucraina, con pesanti ricadute sul piano dei costi dell’energia e delle materie prime. Ogni volta la cooperazione ha risposto cercando di comprendere i nuovi scenari, le nuove opportunità, le innovazioni necessarie per restare sul mercato salvaguardando qualità del lavoro, occupazione, socialità. E, in gran parte, riuscendoci. Come Legacoop a tutti i livelli abbiamo offerto chiavi di lettura puntuali e accompagnato, anche finanziariamente, con gli strumenti di sistema, le innovazioni”.

Monti lascia “una eredità rilevante. Legacoop Emilia-Romagna è molto cambiata in questi dieci anni, ha assunto nuove funzioni, ha inglobato nuove competenze- commenta Montroni- sono stati elaborati progetti decisivi, non solo per la cooperazione, ma per l’insieme del tessuto regionale. Penso a quelli per una logistica semplice, sostenibile e sicura, per la rigenerazione urbana, per un nuovo welfare, alla filiera della produzione di energia da fonti rinnovabili e a tanti altri”. Assieme ai progetti sono stati messi a disposizione nuovi servizi per le cooperative, per facilitarne le attività. Come ad esempio, dice Montroni, “Appia, piattaforma di Prometeia ad accesso gratuito per le associate che permette di monitorare in tempo reale gli andamenti delle materie prime ed energetiche e programmare così i propri acquisti. Il mio impegno sarà teso a consolidare questi risultati potendo contare su una squadra forte, preparata sia nella struttura regionale, sia nelle cooperative, nei territori, nelle associazioni”.

Saman, la procura va in appello: “Condannateli tutti”

REGGIO EMILIA – Il Pm Maria Rita Pantani ha presentato ricorso in appello contro...

Spaccio a Reggio Emilia, market della droga su Telegram

REGGIO EMILIA – Cocaina di varie qualità, hascisc e marijuana di vari tipologie, ecstasy,...

Casina, travolto da trattore tagliaerba: è grave

CASINA (Reggio Emilia) – Un 80enne è rimasto gravemente ferito questa mattina in un...

WeWrite le foto della premiazione

REGGIO EMILIA - Nell'aprile scorso si è tenuto premio letterario WeWrite, una iniziativa che,...